Giovanni Scotti

Fuori e all'intorno - Out and around, 2012

>> foto installazione con stereografie - photographic installation with stereographs >>

"Attraverso questi ambienti urbani, l'umanità è passata ed è trascorsa, per ragione di un nomadismo incerto, lasciando poche tracce "Fuori e all'intorno", segni che sono ormai soltanto materia per l'archeologia.

Il paesaggio, forse volutamente abbandonato, sembra rimpiangere quell'epoca di ripopolamento, una congestione al momento impossibile da ricreare, come un'antica età dell'oro. Vale per queste immagini la sensazione che si conserva per i paesaggi post-bellici, per i luoghi di atavica memoria: un'idea di incompletezza, chiaramente suggerita dall'assenza di limiti, di una fine che possa essere visibile a occhio nudo. Di fatto, utilizzando una formula nota, si può dire che le immagini di Giovanni Scotti si estendano a "perdita d'occhio", sfuggendo quasi al campo visivo". (Elvira Buonocore)